Korzystanie z witryny plastyk.czest.pl oznacza zgodę na wykorzystywanie plików cookie, z których niektóre mogą być już zapisane w folderze przeglądarki. Więcej informacji można znaleść w Polityce plików cookies.

Akceptuję Politykę plików cookies (Nie pokazuj mi więcej tego powiadomienia).
center-left.png center-right.png
bullet.gif 70-LECIE
bullet.gif Wydarzenia
bullet.gif Szkoła
bullet.gif Kontakt
bullet.gif Nauka
bullet.gif Rekrutacja
bullet.gif Konkursy
bullet.gif Samorz±d uczniowski
bullet.gif Pracownicy
bullet.gif Statut
bullet.gif Wykaz podręczników
bullet.gif Szukaj
bullet.gif Osi±gnięcia
bullet.gif Kalendarium
bullet.gif Dla rodziców
blue-btm-left.png blue-btm-right.png
Wymiany
bullet.gif Projekty/Wymiany
blue-btm-left.png blue-btm-right.png
Projekty
bullet.gif POIi¦
bullet.gif Infrastruktura kultury
blue-btm-left.png blue-btm-right.png
Galerie
bullet.gif Galeria zdjęć
bullet.gif Grafika użytkowa
bullet.gif Malarstwo i rysunek
bullet.gif Filmy o szkole
bullet.gif Kanał YT
bullet.gif Kanał YT2
bullet.gif Galeria inne
blue-btm-left.png blue-btm-right.png
O naszych złotnikach w Maceracie pisze prasa
StażeQuesta mattina, nella hall del Teatro Lauro Rossi, l’assessore alle Politiche giovanili Federica Curzi, ha dato il benvenuto ad un gruppo di studenti polacchi da alcuni giorni a Macerata grazie al progetto Erasmus Arte e alta tecnologia tra Polonia e Italia.
Lo scambio, che vede protagoniste le scuole d’arte Cantalamessa di Macerata e il Zespol Szkol Plastycznych di Czestokowa, è in ordine di tempo l’ultimo di una lunga serie di incontri che da 12 anni a questa parte hanno legato, oltre alle due istituzioni, anche i docenti e gli studenti.
“Macerata – ha detto la Curzi dando il benvenuto agli ospiti – è una città che vuole essere sempre più europea e sempre più giovane. Senza l’istituzione scolastica, l’Unione Europea e l’intuizione lungimirante che hanno avuto i due insegnanti, che purtroppo non sono più tra noi, Ginal Zbigniew e Giovanni Soldini, promotori dello scambio, voi non potevate essere qui uniti nelle differenze”.
Gli studenti polacchi, tutti tra i 17 e 18 anni, Wiktoria Morawska, Julia Winiarska, Justyna Suchanska, Kacper Zalogowski, Natalia Smyla, Mateusz Socha-Jakubowski, Adrianna Szczot, Martyna Jurkowska, e i loro docenti Beata Karmanska, Joanna Garasinska e Andrzej Piatkowski, in città dallo scorso 26 settembre e che ripartiranno il 14 ottobre, stanno svolgendo uno stage nei laboratori di termoformatura, di ebanisteria e di stampa 3D con l’utilizzo dei software del liceo artistico Cantalamessa. Nell’organizzazione del lavoro didattico sono seguiti, per quanto riguarda l’ambito progettuale dal professor Ermenegildo Pannocchia e per l’accoglienza dalle professoresse Stefania Minnozzi e Alessandra Monteverde.
All’incontro al Teatro Lauro Rossi hanno partecipato anche la moglie e la figlia del professor Soldini, Maria Pia e Anna, insieme ad alcuni allievi del Cantalamessa che frequentano le sezioni multimediale, architettura e arredamento che hanno collaborato al progetto e per fare un reportage sull’iniziativa di questa mattina.
In passato, nell’ambito di questa esperienza didattica ed educativa, anche alcune classi del Liceo artistico Cantalamessa hanno avuto l’opportunità di essere ospiti della scuola di Czestokowa, e questo ha consentito di creare forti legami di amicizia e di stima.
A tutti i presenti l’assessore Curzi ha fatto omaggio della spilletta raffigurante lo stemma della città di Macerata.
purple-btm-left.png purple-btm-right.png
Zespół Szkół Plastycznych im. Jacka Malczewskiego
Częstochowa,ul Pułaskiego 15, tel. 34-3241228, 34-3241206
Rada Rodziców nr konta 25 1020 1664 0000 3102 0019 6188











blue-btm-left.png blue-btm-right.png
Tradycja i współczesno¶ć
blue-btm-left.png blue-btm-right.png


blue-btm-left.png blue-btm-right.png
centerb-left.png centerb-right.png
center-left.png center-right.png
centerb-left.png centerb-right.png